Radio d’epoca a valvole, collezione di: Franco Nervegna

Radio d’epoca: ultimo aggiornamento: 02/04/2017

Ormai siamo rimasti in poche centinaia a mantenere vivo il collezionismo di Radio d’Epoca a valvole in Italia. Le giovani generazioni sono attratte dalle tecnologie moderne non molto dalle radio antiche. Secondo me però vale la pena di fare uno sforzo per provare a trasmettere loro la conoscenza di come funzionavano le radio nella fase iniziale della loro storia. Non si può capire il presente se non si conosce il passato e questo vale anche per la tecnologia.

Conoscere sia gli aspetti tecnici sia il contesto storico in cui si sono evolute aiuta noi più anziani a conservare una passione che ci anima da una vita, ma chissà, può attrarre anche qualche giovane a sviluppare la passione per le tecnologie di comunicazione obsolete.

Collezionismo Radio D’Epoca a valvole: da dove iniziare?

Ogni hobby o passione comporta delle gioie che solo chi le ha provate può descrivere, a prescindere dal settore e comporta anche dei “sacrifici” che metto tra parentesi, perché quando piace fare una cosa anche l’impegno che comporta diventa una gioia, o si rinuncia volentieri a qualcosa per dar spazio alla propria passione. Questo vale anche per chi si accosta al mondo delle Radio d’Epoca a valvole.

Forse non sei ancora un collezionista di radio antiche  ma stai valutando l’idea di diventarlo, magari hai già qualche oggetto antico appartenuto a genitori, nonni o parenti. Cosa puoi fare?

Innanzi tutto se non funziona o è molto rovinato potresti considerare l’idea di farlo riparare e restaurare. Puoi farlo valutare anche. Cerca di reperire informazioni anche sul contesto storico in cui si è sviluppata proprio quel tipo di radio e perché. Ad esempio la Radio Rurale ha una storia interessante da scoprire e da trasmettere anche ai tuoi figli.

Il ruolo delle radio antiche nel periodo della Seconda Guerra Mondiale

Cerca anche di immedesimarti nel periodo storico, di immaginare la tua famiglia come i tuoi genitori o nonni, per esempio prova a chiederti: cosa provavano e cosa potevano dire quanto sentivano notizie alla radio nel periodo della seconda guerra mondiale? Forse tu stesso hai qualche ricordo di quando eri bambino e guardavi a bocca aperta questa scatola parlante che allora era una novità assoluta. Le passioni come quella del collezionismo di Radio d’Epoca a valvole sono fatte anche di ricordi, emozioni legate alla famiglia.

Se poi vedi che questa passione prende piede puoi iniziare a reperirle in vari modi, non solo nelle mostre e mercatini, ma anche via internet.

Puoi trovare molte informazioni leggendo le notizie e le schede tecniche che trovi in questo sito e anche altrove, nonché libri che trattano anche del contesto storico in cui la radio diventò fondamentale nella vita delle persone.

Come trasmettere la passione delle radio antiche alle nuove generazioni?

Come scrivevo inizialmente le nuove generazione sono attratte da tablet, smartphone, app, pc etc. ma d’altra parte è normale. Anche noi eravamo attratti dalla “tecnologia” di allora.

Però a pensarci bene hanno influito su molti di noi anche le serate passate in famiglia seduti accanto ad una antica radio e vicino al camino insieme ai nostri genitori, nonni, fratelli e sorelle. Ha influito anche il fatto che si stava più insieme ad amici e parenti.

La tecnologia moderna ha portato molti vantaggi e velocità che purtroppo spesso penalizza i rapporti sociali e ci si isola sempre di più. Se vuoi trasmettere ai tuoi figli la passione per il collezionismo di radio antiche devi anche trasmettergli i valori che ad esse sono associati: il senso della famiglia, l’amicizia e il senso di appartenere ad un gruppo unito che fa squadra e che è solidale insieme.

Come puoi farlo? Fin da piccoli, porta i tuoi figli a vedere mostre e mercatini di radio d’epoca. Tirale fuori dalla cantina e rispolverale insieme ai tuoi ragazzi e invita anche qualche amichetto a partecipare. Se hai qualche nozione tecnica compra qualche vecchia radio non funzionante e insegna loro come ripararle (questo è molto utile se frequentano un liceo informatico e telecomunicazioni).

Ai bambini piace fare delle attività manuali basta vedere come muovono il ditino su tablet e telefono molto più velocemente degli adulti, ma se permetti loro di fare solo questo rischi di trovare dei ragazzi adolescenti soli e che non sanno comunicare. Trasmettendo loro la tua passione fin da piccoli li aiuti nella loro crescita. Può anche darsi che poi nel tempo finiscono per abbandonarla o che si appassionino ad altro, ma i ricordi che avrai impresso nella loro mente sono indelebili e da adulti avranno nel cuore e nella mente impressi i valori che tu gli avrai trasmesso associandoli alla passione per le radio d’epoca a valvole: il piacere di fare le cose con la famiglia e gli amici.